• Emergenza Sorrisi

Emergenza medica online

Migliaia sono le persone che ogni settimana giungono in Italia fuggendo dalla Siria, Iraq, Palestina, Somalia, Afghanistan e Libia (e rappresentano solo alcuni dei Paesi da dove si allontanano, per sottrarsi al conflitto e la metà peraltro sono bambini.) Molti sono i bambini e minori stranieri non accompagnati in fuga dai conflitti che chiedono oggi all’Europa e al mondo intero il diritto di crescere in pace, avere una vita e un futuro come milioni di loro coetanei che vivono in Europa.

Questi nostri fratelli, accolti in centri di accoglienza, parrocchie e strutture che a vario titolo offrono ospitalità nel tempo, necessitano di tutto. Al di la infatti della speranza di sopravvivere per poter ricominciare in un nuovo Paese non hanno la possibilità di portare nulla con loro. Emergenza Sorrisi con l’obiettivo di essere parte attiva ad un processo virtuale di aiuto concreto a questa innumerevole nuova triste realtà ha il progetto di organizzare un sistema al fine prestare cure mediche specialistiche gratuite di primo soccorso per alleviare le loro sofferenze e garantire loro il diritto alla salute.


Dalla collaborazione fra Emergenza Sorrisi e altre strutture italiane è nato il progetto: “Emergenza Medica Online”

Caratteristiche del progetto

L’obiettivo del Progetto “Emergenza Medica Online” è mettere a disposizione delle strutture di prima accoglienza un sistema di risposta medica poli-specialistica attraverso un’attività di telemedicina.

I medici specialisti saranno quindi disponibili a ricevere tutte le richieste che giungeranno dai centri di accoglienza e rispondere in tempo reale offrendo una consulenza online, esaminando quindi le immagini fotografiche o referti Rx che giungeranno dal referente del centro (volontario, responsabile del centro di accoglienza, membro della famiglia che accoglie, sacerdote…) sul posto.

Per casi clinici di particolare rilevanza si prevede una visita specialistica presso un centro medico ospedaliero che i nostri medici contatteranno cosi che saranno già informati sulla probabile tipologia di patologia del paziente in questione. Per i trattamenti domiciliari verrà invece inviata una prescrizione medica che potrà essere utilizzata in farmacia direttamente o direttamente il farmaco.

Realizzazione del progetto

La tecnologia è il perno del progetto, e sarà utilizzata attraverso un sistema di medicina online per ricevere informazioni, foto, referti e quesiti sulla patologia e rispondere concretamente sulla possibile patologia, mediante una diagnosi realizzata da vari specialisti del settore disponibili, ricevere una prescrizione, se necessarie con la terapia del caso ed anche l’eventuale terapia attraverso un sistema di invio di farmaci offerti da aziende farmaceutiche sensibili al problema. Il sistema sarà accessibile attraverso una App. specifica e realizzata in modo da potere accettare domande, referti, immagini e potere rinviare risposte ed eventualmente anche creare la possibilità di chattare in diretta con il medico ed ottenere cosi un consulto in tempo reale.

I centri di accoglienza saranno forniti di Tablet e Smartphone già dotati dell’App “Emergenza Medica Online”. Saranno coinvolte farmacie e medici di base , oltre a medici stranieri e mediatori culturali ( attraverso di loro sarà possibile collegare medico – immigrato direttamente per casi particolari), per facilitare tutto il processo e la comunicazione tra medico/paziente.

Ci sarà anche un supporto psicologico per in casi che necessitano di tale specialista ed in particolar modo per i bambini.

Beneficiari

I primi beneficiari saranno i pazienti che possono contare su un’assistenza medica specialistica gratuita, in modo che possano avere una rapida risposta sanitaria. I centri di prima accoglienza potranno contare su una rete di medici specialisti on line per i consulti e le diagnosi/terapie. Le Istituzioni potranno invece monitorare situazioni di possibili malattie a rapida diffusione se non diagnosticate in breve tempo.


Referente Scientifico Prof. Edoardo Berti Riboli

Edoardo Berti Riboli è Professore Emerito di Chirurgia Generale presso l’Università di Genova. Ha diretto la Scuola di Specialità in Chirurgia dell’Apparato Digerente. E’ stato direttore del Dipartimento di Chirurgia Generale (DICMI) e della Scuola di Specialità di Chirurgia Generale dell’Università di Genova. Ha un’esperienza pluriennale di cooperazione ed ha prestato la sua opera come chirurgo volontario in numerosi paesi in via di sviluppo. E’ uno dei fondatori e presidente dell’associazione ONLUS “Medici in Africa”, il cui obiettivo è formare ed inviare equipe mediche nei paesi in via di sviluppo. E’ inoltre presidente del Consorzio SPeRA(Solidarietà, Progetti e Risorse per l’Africa), costituto da circa 40 associazioni no profit che operano in vari settori in Africa.

Enti e strutture alle quali è stato proposto al momento un partenariato e richiesto patrocinio al progetto:

  1. Ministero della Sanità

  2. Policlinico A. Gemelli

  3. Federazione Nazionale Unitaria Titolari di Farmacia

  4. Federazione Italiana Medici di Medicina Generale

  5. Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri

  6. ASL territoriali

  7. Società Italiana Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva

  8. Società Italiana Telemedicina e Sanità Elettronica

  9. Società Italiana Pediatria Preventiva e Sociale

Rassegna stampa


Avvenire – Febbraio 2016 – Campi profughi al limite, i medici volontari pronti a partire


Rai.Tv – Febbraio 2016 – Rai.Tv – Unomattina


www.salute.ilmessaggero.it – Febbraio 2016 – Emergenza medica online, arriva l’applicazione per le cure ai migranti


www.piuculture.it – Febbraio 2016 – Emergenza medica online: Una App per curare migranti e rifugiati


Make Me Feed – Febbraio 2016 – Emergenza Medica Online Telemedicina per i migranti


Rete Sostenibilità e Salute – Febbraio 2016 – Emergenza Medica? La risposta è in un App


Ansamed.info – Febbraio 2016 – Migranti: presentati progetti medicina e istruzione online


Focus.it – Febbraio 2016 – Sanità: una App per consulenza medica a migranti e in centri accoglienza


Agronline.it – Febbraio 2016 – ‘Emergenza Medica Online’ e ‘Istruzione Senza Confini’


Stranieriinitalia.it – Febbraio 2016 – Emergenza Medica Online” e “Istruzione senza Confini


Redattoresociale.it – Febbraio 2016 – La salute dei nostri immigrati e profughi, valutazione cura e prevenzione – Convegno


Vita.it – Febbraio 2016 – La salute di migranti e profughi, valutazione cura e prevenzione


Istituto Italiano Donazione – Febbraio 2016 – La salute dei nostri immigrati e profughi, valutazione, cura e prevenzione


Zenit – Febbraio 2016 – Donare un sorriso a un bambino africano: in tutti i sensi


Corriere della Sera – Febbraio 2016 – «Emergenza Medica Online» Telemedicina per i migranti

Gallery

#tag1 #tag3

Via Yser, 15 – 00198 Roma
Tel: +39 06 84242799
Fax: +39 06 8413845
Email: info@emergenzasorrisi.it
C.F: 97455990586

PEC: emergenzasorrisi@pec.it

Codice Univoco: KRRH6B9

Per fare una donazione:
BPER Banca 

IT91J0538703203000001616000

 

Tramite Posta:
C/C postale N. 1005824634
intestato a Emergenza Sorrisi

Ricevi aggiornamenti

Da luglio 2020

  • Emergenza Sorrisi Facebook
  • Emergenza Sorrisi Twitter
  • Emergenza Sorrisi Youtube
  • Emergenza Sorrisi Instagram

© 2020 Emergenza Sorrisi   |   C.F: 97455990586  |  Privacy Policy  |  Credits

logo emergenza sorrisi
open-menu.png