• Emergenza Sorrisi

IN PARTENZA LA 25° MISSIONE IN IRAQ. IN 14 ANNI OPERATI 2.239 BAMBINI

COMUNICATO STAMPA


Manca pochissimo all’inizio della nostra venticinquesima missione in Iraq. Il 16 ottobre la nostra equipe medica raggiungerà il Paese per operare presso l’Habobbi Teaching Hospital di Nassirya tanti piccoli pazienti nati con una malformazione del volto o vittima di ustioni.


Nella foto: Francesca R. Pacelli, Responsabile Ufficio Missioni Umanitarie, mentre esamina una piccola paziente in Iraq

Negli anni l’Habobbi Hospital di Nassirya è diventato il punto di riferimento di tutto l’Iraq per il trattamento chirurgico delle malformazioni congenite del volto. Questa missione, ci vedrà impegnati sul campo con 18 medici e infermieri volontari, segue una cooperazione di lungo termine con l’Habobbi Teaching Hospital e il Direttorato della Salute del Thi Qar. Siamo presenti nel Paese da 14 anni e nel corso delle missioni abbiamo donato la speranza di un sorriso a 2239 bambini. In questi anni abbiamo costruito un ponte di fiducia, e cooperazione con i medici e sanitari locali, tanto da far diventare l’Habobbi Teaching Hospital un centro di riferimento per il Paese nella chirurgia legata alle malformazioni del volto. Durante le procedure chirurgiche il nostro team medico lavorerà fianco a fianco dei sanitari locali, coordinati dal Dott. Aws Hussona, nostro referente in Iraq, ed effettuerà attività di training e formazione.

La situazione in Iraq è molto complessa e riflette la condizione di drammatica emergenza che il Paese vive da anni ulteriormente acuita anche dalle violente manifestazioni che hanno recentemente interessato la sede del governatorato nella regione del Thi Qar. Anche la qualità dei servizi sanitari è compromessa dalla scarsità di infrastrutture e dalla mancanza di dispositivi medici essenziali e di medicinali. In questa missione la nostra organizzazione metterà a disposizione i presidi sanitari necessari e i medicinali per poter operare i piccoli pazienti in totale sicurezza.

La missione, realizzata in collaborazione con il Ministero della Salute del Thi Qar, è resa possibile grazie ad Emirates Airlines Fondation, che ha fornito gratuitamente i biglietti aerei per il team sanitario. Ad accompagnare il team medico vi sarà anche Nicolò Balini, fondatore di Human Safari che ha avviato una raccolta fondi per sostenere Emergenza Sorrisi devolvendo all’associazione il ricavato derivante dalla vendita del suo libro Todo Cambia.

Abbiamo un filo che ci unisce con l’Iraq dove tantissime famiglie con i loro piccoli sono già in attesa di essere visitate e operate. Grazie ad Emergenza Sorrisi Iraq, guidata dal dott. Aws Hussona siamo riusciti a creare un vero punto di riferimento per la chirurgia delle malformazioni del volto. Durante ogni missione, lavoriamo fianco a fianco dell’equipe medica operando i casi più gravi in modo da riuscire a gestire anche le complessità. C’è ancora molto da fare, ma grazie alla formazione l’attività chirurgica prosegue per tutto l’anno” – spiega Fabio Massimo Abenavoli, Chirurgo Maxillo-facciale e Presidente di Emergenza Sorrisi.


La missione chirurgica in Iraq é finanziata da Fondazione Terzo Pilastro Internazionale.