• Emergenza Sorrisi

UNA SPERANZA RIACCENDE IL SORRISO DI 48 BAMBINI IN MALI GRAZIE ALLA MISSIONE DI EMERGENZA SORRISI

COMUNICATO STAMPA



Roma, 10 marzo 2022 - Si è conclusa la prima missione chirurgica di Emergenza Sorrisi in Mali con un bilancio di 48 piccoli pazienti operati e sorrisi restituiti. L’equipe medica, invitata dal Ministero della Salute del Mali, ha operato presso l’Ospedale Statale di Bamako con un team guidato dal Presidente di Emergenza Sorrisi Fabio Abenavoli e composto da 9 volontari tra chirurghi plastici e maxillo-facciali, anestesisti, infermieri e logisti.

La missione è stata intitolata alla memoria del Direttore dell’Ospedale Prof. Hamadi Traore che aveva fortemente voluto e supportato questa sinergia in favore dei bambini del Mali. In una vera e propria corsa contro il tempo sono stati visitati tantissimi bambini, la maggior parte affetta da labio e palatoschisi primaria e con un’età inferiore ad un anno.

Alcuni piccoli pazienti erano sottopeso e troppo piccoli per essere operati e sono stati rinviati alla prossima missione chirurgica. Il team ha lavorato a stretto contatto con il personale locale portando avanti un’importante priorità per Emergenza Sorrisi: quella della formazione dei medici locali per trasferire loro tutto il know how sanitario necessario per poter continuare ad operare in autonomia. Proprio per proseguire l’attività di training anche a distanza, Emergenza Sorrisi ha portato in dono, oltre a un set di ferri chirurgici e un laringoscopio con lame pediatriche, una videocamera chirurgica che con soli 300 grammi di peso rappresenta uno strumento rivoluzionario per consentire ai medici locali di continuare nella loro attività di apprendimento anche a distanza.

Tra i tanti bambini operati – in questa missione chirurgica – ci ha colpito la storia di Traore, un bambino di 13 anni affetto da esiti di Noma, una malattia che provoca la distruzione di tessuti ossei e molli del viso. Il ragazzo è arrivato in ospedale il penultimo giorno con una garza a mo’ di tappo fra la guancia esterna e l’interno della bocca perché non aveva più i tessuti che separavano l’interno dall’esterno con tutte le conseguenze di questa grave infezione.

L’equipe medica ha dato appuntamento al ragazzo per l’ultimo giorno, colpiti dal suo sguardo triste e rassegnato. La comunicazione in questi contesti non è sempre semplice e il bambino il giorno dopo ha fatto colazione e invece di recarsi in ospedale è andato a scuola perché non aveva capito che Emergenza Sorrisi lo avrebbe operato gratuitamente. Tutto il team italiano e locale si è mosso per non far perdere a Traore questa opportunità, e grazie a una fitta rete di indicazioni, i volontari sono andati a prenderlo a scuola ed è stato operato. La sua vita è cambiata e i suoi occhi increduli hanno visto che non c’era più il buco sulla sua guancia e che avrebbe potuto mangiar e vivere come tutti gli altri bambini.

“Sono storie come quella del piccolo Traore che ci danno la forza e ci motivano a continuare nel nostro lavoro” – ha ricordato Fabio Massimo Abenavoli, presidente di Emergenza Sorrisi. “Siamo felici di aver iniziato questa collaborazione in Mali, dove abbiamo potuto contare sulla professionalità e gentilezza dell’equipe medica locale. Il dott. Allaye Garango con cui abbiamo lavorato a stretto contatto, grazie al caschetto chirurgico, opererà in diretta alcuni bambini all’interno di un convegno in programma il 16 marzo e dedicato alla formazione chirurgica a distanza. E’ proprio questo il nostro obiettivo: formare dei medici che nel tempo possano diventare un punto di riferimento per il Paese nella cura delle patologie invalidanti del volto”.

La missione è stata resa possibile grazie alle donazioni di Fondazione Mediolanum Onlus e di Takeda, oltre che ai fondi raccolti da Emergenza Sorrisi, in occasione del Wine Day 2021, tradizionalmente ospitato presso il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, a Roma, al quale hanno contribuito, come ogni anno, tante generose cantine italiane. L’Associazione Flying Angels ha contribuito a questa missione mettendo a disposizione i biglietti aerei.

Emergenza Sorrisi, intanto, si sta attivando per portare sollievo nel dramma ucraino e grazie a una collaborazione con GIMA, azienda leader in Italia nei dispositivi medici e Copag, azienda leader nel mercato del medical device e del farmaco generico, farà pervenire ai medici ucraini nei prossimi giorni moltissimi medicinali, materiali sanitari e dispositivi medici.

---

FONDAZIONE MEDIOLANUM ONLUS

Fondazione Mediolanum nasce nel 2001 con l’obiettivo di sviluppare le principali attività in ambito sociale del Gruppo bancario Mediolanum. Diventa Onlus nel 2012 e dal 2005 si concentra su progetti dedicati all’infanzia in condizione di disagio in Italia e nel Mondo, bilanciando le proprie risorse fra i seguenti ambiti: assistenza, scuola, sanità, ricerca, diritti. Con la Mission “Educare alla libertà affinché i bambini di oggi possano essere gli adulti liberi di domani”, dal 2005 al 2021, la Onlus ha sostenuto 834 progetti erogando 24,7 milioni di euro e aiutando a crescere oltre 145.000 bambini in condizioni di disagio in Italia e in 49 Paesi nel mondo, con l’obiettivo di arrivare ad aiutare 300.000 ragazzi entro il 2030.

www.fondazionemediolanum.it